Nuove proposte

Illuminazione naturale con lucernari tubolari per il convogliamento della luce

Si tratta di una applicazione di INGEGNERIA DELLA LUCE, che permette di illuminare un ambiente, risparmiando energia. Questa innovazione offre agli utilizzatori la possibilità di coniugare il risparmio con le migliori condizioni di benessere visivo individuale offerte dalla luce naturale, e consente ai progettisti nuove possibilità di 'disegnare' la luce in base a specifiche esigenze. Il principio sfruttato è il seguente:

R.I.R. : Rifrazione Interattiva Riflessa

I LED trasformano l'energia elettrica, con la quale sono alimentati, in luce artificiale ad intensità controllabile che, aggiunta in quantità complementare a quella naturale, è in grado di compensarne l'intensità variabile della luce naturale dell' impianto.

Un fotosensore adegua, controllandolo in intensità, il flusso generato artificialmente con quello naturale fornito dall' impianto stesso.Il flusso luminoso risultante è così in grado di assicurare i lumen totali richiesti.

 

Il sistema combina quindi le due fonti più efficienti oggi disponibili:

offrendo ampia possibilità di progetto. Uno schema di principio è visibile in figura:



Alla tecnologia più efficiente di trasporto della luce naturale, fatta per mezzo di lucernari tubolari (guide tubolari di luce naturale), si affianca e si integra nel modo più razionale la tecnologia LED per la realizzazione della lampada, innovazione in fatto di illuminazione e risparmio energetico.

Il condotto tubolare fornisce il flusso luminoso naturale che viene captato dal cielo, mentre i LED forniscono l’eventuale flusso luminoso integrativo per ottenere la luce necessaria quando quella naturale non è sufficiente (vedi figura seguente).

 



Le due fonti di luce, naturale e artificiale, si integrano agendo in modo combinato pur essendo percepiti distintamente.

La regolazione del sensore massimizza il risparmio di energia elettrica, in qualunque condizione di cielo: nuvoloso o sereno, con presenza di luce solare diretta o diffusa, ad ogni latitudine.

Durante il periodo di luce diurna, alle nostre latitudini (40°N-46°N), un apparecchio di diametro 530 mm offre un flusso luminoso minimo di 5000 lumen sia nella fase diurna che in quella notturna, pur impegnato per soli 50 lm/w.





Un esempio di illuminazione ambientale risultante dalla tecnica qui esposta può essere visto in figura:



Le due tecnologie operano in affiancamento, dando vita ad un sistema ibrido completo in grado di affiancare ogni scelta di design luminoso, acquistando il pregio di poter garantire una elevata efficienza illuminante, e quindi il maggior risparmio energetico possibile.

Questa integrazione consente di ottenere importanti obiettivi in termini di sostenibilità e risparmio energetico contribuendo al benessere degli utenti con vantaggi anche economici.

Questa tecnica rappresenta oggi il più efficiente sistema ibrido naturale-artificiale per illuminare locali al valore prestabilito di 300 lux , anche privi di finestre (o di altre trasparenze) con minima spesa d'energia.
Questo sistema innovativo inoltre permette nelle ore centrali dei giorni sereni di godere, senza disagi, del benessere proprio ed esclusivo prodotto dalla luce naturale, in quanto è in grado di ricorrere ai led solo in caso di effettivo bisogno.
Anche in ambienti scarsamente illuminati naturalmente, persino in vani ciechi, è possibile percepire l'effetto della componente diretta della luce solare: in questo modo si ottiene anche l'eventuale vantaggio di non surriscaldare l'ambiente riducendo l'apporto di radiazioni infrarosse.
I LED utilizzati da questi sistemi, oltre ad aver superato test di prova di efficienza, hanno normalmente un dissipatore di calore progettato appositamente.
Nella fase diurna il sistema può assicurare una illuminazione minima tra i 200 e i 300 Lux con una spesa energetica netta contenuta tra 15% e 25% (risparmio fino al 85%) rispetto a quanto richiesto dai sistemi di illuminazione elettrica tradizionale.

VANTAGGI:

• illuminazione equilibrata
• qualità della luce
• risparmio energetico
• contenimento dei costi per produzione di energia

Per il montaggio su tetto sono disponibili in commercio accessori come raccordo universali di uscita dal tetto (come ad esempio i PROTEO® ) per tutte le tipologie di tegole e di coperture, costruiti in modo da dare facilitá e rapiditá di installazione.
Il condotto viene realizzato totalmente con film ultra riflettenti di nuova generazione (come ad esempio il VEGALUX® ), con tubi di prolunga disponibili in differenti lunghezze e fino a 1200 mm.


Per i condotti ed i tubi di prolunga eventuali sono disponibili fino a cinque diametri di captazione:



 In definitiva, per questi tipi di impianti si può trovare in commercio il seguente materiale:


Gli esempi di cui sopra sono realizzati con sistemi SOLARSPOT® (guide tubolari di luce naturale - daylight tubular guidance systems - according CIE TC3-38 Report 173-2006)


Fonte: SOLARSPOT International® S.r.l. - VIA MILANO, 96/A - COCQUIO TREVISAGO (VA) - Tel: +39 0332 700137 - Fax: +39 0332702098
...........www.solarspot.it