Nuove proposte architetturali

STRUTTURE CONICHE ENERGETICAMENTE AUTOSUFFICIENTI PER ENTI E MUSEI

Il progetto di realizzare centri polifunzionali per l’arte e la cultura alimentati da due risorse rinnovabili contemporaneamente è stato messo a punto da Michel Jantzen, che spesso nei suoi lavori fonde ingegneria, arte, architettura, tecnologia e design sostenibile in un’unica esperienza. Mirando sempre all’innovazione estrema, il Solar winds cultural arts center, si alimenterebbe grazie all’energia solare e eolica.

Il progetto consta di sette strutture modulari di forma conica, unite nelle loro basi. Su ciascuna di esse è montata un’ampia turbina eolica ad asse verticale, integrata nell’apice del cono. Sulle quattro strutture orientate verso sud sono posizionate in schiera celle fotovoltaiche. Queste sono sostenute da speciali sistemi per l’estrazione del calore solare e, unite alle turbine eoliche e ai pannelli fotovoltaici forniscono tutta l’elettricità, la coibentazione e il riscaldamento idrico di cui ha bisogno il centro per il suo funzionamento.

Se dovesse esserci un avanzo di energia prodotta dalla struttura, questo verrebbe inviato alla rete energetica della comunità locale.

Gli alti segmenti conici fungono anche per la ventilazione, dato che l’aria che tramite essi penetra nel centro è condotta fino alla base del cono, per poi essere risoffiata all’esterno grazie a condotti con questa speciale funzione.

Lo spazio sottostante di ciascun cono è illuminato da lucernari che lasciano entrare la luce naturale all’interno dall’alto. Dato che i sette coni sono uniti in un’unica base, l’interno che ne emerge è dinamico e open space. Questo rende il centro particolarmente adatto ad eventi culturali, nonché aperto a successivi ampliamenti e modifiche.

Strutture coniche alimentate da energia eolica e solare
Il "Solar winds cultural arts center" ideato da Michel Jantzen

Fonte: Community degli Ingegneri Italiani · Supplemento di Tecnici.it