Tecnica

Come intervenire sulla pubblicità invasiva dei motori di ricerca

E' diventato un fastidio abbastanza frequente avere problemi di pubblicità invasiva (cioè non voluta) navigando nel web. Ad esempio, premendo il tasto back (o combinazioni di tasti come ALT + freccia sinistra, Backspace, ecc) compaiono pubblicità non richieste con Internet Explorer, Google Chrome ed altri browser.
Se questo è un comportamento persistente per tutti i siti, può essere collegato a software di tipo spyware o di tipo rogue Browser Add-ons che è entrato a far parte non voluto del sistema.

Poichè questo software non si comporta da virus (cioè non effettua azioni che tendono a danneggiare il sistema, ma solo la pazienza dell'utente) i normali prodotti antivirus non lo rilevano e non prendono contromisure contro di essi. Bisogna impiegare preventivamente dei prodotti:

  1. di tipo firewall (come Zone-Alarm) che proteggono dalla intrusione non autorizzata di qualsiasi programma;
  2. di tipo anti-spyware (come MBAM - MalwareByte Anti Malware) che cancellano installazioni abusive di programmi "maliziosi" denominati malware

che servono a ripulire un computer infettato da sofware invasivo, come gli spyware, che trasmettono i dati presenti sul vostro computer a server remoti, rallentando di molto la velocità e le prestazioni di Internet.

Con queste due protezioni addizionali si è abbastanza sicuri di essere protetti soprattutto da programmi non autorizzati, come ad esempio Home Tab, che usano un meccanismo a quello dei virus Trojan per introdursi in un PC.

Tuttavia, esistono dei casi in cui la pubblicità invasiva non è considerata un malware, in quanto scaturisce da accordi commerciali con i motori di ricerca stessi, che la consentono durante l'uso del motore fino a che l'utente in qualche modo nega il suo consenso.
Tirando le somme, è questo il caso ad esempio di bid.g.Doubleclick.net su cui si è scoperto che l'organizzazione legata a questo software è proprio Google, lo stesso produttore del browser Chrome.

Se sulla barra di stato del browser vediamo comparire una scritta del tipo g.doubleclick.net o simile, ci si deve preoccupare ma non troppo, perchè non è un virus ne' altro che potrebbe arrecare danni definitivi al computer. Il software g.doubleclick.net e similari (più precisamente DoubleClick) è un'agenzia che offre servizi web per la pubblicità online, e recentemente è entrata a far parte del circuito pubblicitario (AdSense/AdWords) del network di Google. Quindi, quando si vede comparire la scritta significa semplicemente che il sito on-line contiene del codice che richiede delle risorse, in questo caso i banner pubblicitari, ai server di g.doubleclick.net per mostrarli all'interno della pagina web che state visualizzando, in quanto ritenuta di argomento affine.

Pertanto non c'è nulla di cui preoccuparsi, g.doubleclick.net non è un virus e non reca danno al pc, al massimo lede in qualche modo la privacy e la pazienza. Poichè le pubblicità mostrate da Google sono contestuali, questo significa che i banner pubblicitari mostrati sono inerenti al contenuto del sito visitato e talvolta alla navigazione precedente effettuata dall'utente, pertanto Google sa' , ad esempio, se prima di navigare sul sito di prenotazione dei voli online avete visitato un sito di scarpe da ginnastica, e conseguentemente mostra anche quest'ultimo tipo di banner.

Un programma pubblicitario come googleads.g.doubleclick.net può risultare lo stesso una potenziale minaccia per il sistema, perchè:

Un modo di far partire la pubblicità non voluta è quello di fare clic sugli annunci AdWords mostrati sul display del motore Google specifico: oltre agli annunci che effettivamente state cercando verranno mostrati banner pubblicitari di argomento analogo,che compaiono sui siti dei publisher del programma AdSense, sempre di Google.
Google 'capisce' quelle che secondo lui sono le vostre esigenze, studiando i cookies che sono stati memorizzati sul vostro PC nelle navigazioni precedenti.

In questo caso,è necessario comunicare al browser che non volete informazioni addizionali oltre a quelle che state cercando voi stessi.

Se non volete che Google sappia che siti navigate, si devono disabilitare i cookie e la cache sul browser, o meglio ancora navigare in modo anonimo. Così si protegge la propria privacy, evitando che Google e programmi come g.doubleclick.net tengano traccia della navigazione.

Come fare allora per cancellare la cronologia di esplorazione sui vari browser, evitando così di lasciare informazioni importanti per la sicurezza dei nostri dati e della nostra Privacy?
Per correggere questo inconveniente, è possibile aggiungere le pagine pubblicitarie invasive a "Siti con restrizioni" del browser come indicato sotto:

Internet Explorer:
Per l'intervento diretto operare come segue: Strumenti > Opzioni Internet > scheda "Protezione" > "Siti con restrizioni">

qui aggiungere:

*.doubleclick.com
*.doubleclick.net

(potete anche aggiungere nomi di prodotti pubblicitari come *.g.doubleclick.net, bid.g.doubleclick.net, view.atdmt.com o qualsiasi altra cosa invasiva che volete ignorare nella cronologia del browser)

Cancellare la cronologia in Internet Explorer
Per cancellare la cronologia in Internet Explorer basta andare in Strumenti Opzioni per aprire la finestra Opzioni Internet, dopodichè al centro della finestra vi è la voce Cronologia Esplorazioni, basterà cliccare su elimina per vedersi comparire una ulteriore finestra, quella di Elimina Cronologia Esplorazioni, selezionare tutte le voci: File Temporanei Intenet, Cookie, Cronologia (elenco siti web visitati), Cronologia Download (elenco file scaricati), Dati dei Moduli, Password ed anche Dati di Protezione da monitoraggio e ActiveX Filtering.
Lasciate deselezionata invece la prima voce "Mantieni dati sui siti web preferiti".
Adesso basterà fare click sul bottone "Elimina" per ripulire completamente la propria history di navigazione.

Potete anche selezionare le sole voci da eliminare che ritenete opportune alla vostre esigenze, ad es. potreste lasciare i dati sui moduli web se li usate spesso, e mettere la spunta sulla casella "Elimina la cronologia al momento di uscire" che trovate nella prima finestra, quella delle opzioni internet (vedi figura in altro), in questo modo ogni volta che chiuderete Internet Explorer la vostra cronologia di esplorazione verrà automaticamente cancellata.

Si può richiamare la finestra per l'eliminazione della cronologia di navigazione anche in maniera rapida tramite una scorciatoia da tastiera, basta premere la combinazione deti tasti: CTRL + Shift + Canc.


Cancellare la cronologia in Google Chrome

Per richiamare la finestra per la gestione e la cancellazione della cronologia e dei dati di navigazione in Chrome, bisogna cliccare sull'icona a forma di chiave posta in alto a destra della finestra del browser, nel menù ad elenco che viene visualizzato, andare in Strumenti (Tools) -> Cancella dati di Navigazione.

Anche Chrome presenta come Explorer una lista di check da spuntare o meno a seconda cosa si voglia eliminare, e come FireFox invece fornisce la possibilità di cancellare la cronologia secondo intervalli temporali, inserendo anche intervalli settimanali.

I dati di navigazione di Google Chrome possono essere cancellati anche per altra via, sempre dall'icona a chiave andare sulla voce del menù "Cronologia", a questo punto Chrome apre una nuova tab sul browser presentandoci l'elenco dei siti visitati, in alto a destra troviamo il link "modifica elementi" cliccando su di esso Chrome ci dà la possibilità non solo di cancellare l'intera cronologia ma anche di eliminare quelle sole voci che noi abbiamo selezionato.

Anche per Chrome abbiamo la scorciatoia da tastiera per richiamare velocemente la finestra per l'eliminazione dei dati di navigazione, sempre la combinazione dei tasti: CTRL + Shift + Canc.


Cancellare la cronologia in Mozilla FireFox

Anche sul browser della volpe di fuoco, FireFox, per cancellare la cronologia di navigazione, bisogna andare in Strumenti > Opzioni, una volta apertasi la finestra spostarsi sulla scheda Privacy, da questa scheda è possibile non solo cancellare l'intera cronologia d'esplorazione, ma anche i singoli cookies, oppure scegliere le proprie impostazioni per salvaguardare la propria privacy, come la funzione "Attiva l'opzione antitracciamento dei dati personali" o le impostazioni da menù a tendina del salvataggio automatico o meno della cronologia.

Facendo click sulla voce "cancella cronologia recente" FireFox ci apre una seconda finestra con la possibilità di cancellare la cronologia o per intero o secondo un intervallo di tempo prefissato, ultima ora, quatto ore, o della giornata. Queste nuove opzioni e funzionalità si riferiscono alle versioni di FireFox più aggiornate, come la 7, ovviamente nelle versioni precedenti bisogna raggiungere sempre la scheda Privacy, ed anche se le impostazioni sono leggermente differenti il suo uso è molto intuitivo.

Anche in FireFox abbiamo una scorciatoia da tastiera per richiamare velocemente la finestra per l'eliminazione della cronologia di navigazione, ed è ancora la combinazione dei tasti: CTRL + Shift + Canc.
Cancellare la cronologia in Opera
Per richiamare la finestra per gestire e cancellare la cronologia ed i dati di navigazione in Opera, bisogna aprire il menù di Opera cliccando sul suo nome e simbolo stesso posto in alto a sinistra della finestra del browser, dopodichè andare alla voce Impostazioni > Riservatezza & Sicurezza. Una volta apertasi la finestra bisogna prima spostarsi sulla scheda Elimina dati della navigazione deselezionando quelli indesiderati, quindi andare su Cookie e selezionare Conservare i dati fino alla chiusura del browser.

Per Opera la scorciatoria da tastiera cambia, bisogna usare la combinazione dei tasti: Ctrl + F12, almeno nella versione 11 di Opera.